domenica 17 giugno 2007

effetto "orton"



vi spiego come ottenere, con photoshop e in solo 8 passaggi, un notevole miglioramento artistico delle vostre foto (in alto la foto originale, in basso quella con effetto "orton")

L'effetto Orton prende il nome dal fotografo Michael Orton che per primo ha usato questa tecnica facendo un sandwich di due diapositive dello stesso soggetto, con la prima, a fuoco, sovraesposta di due diaframmi e la seconda, sfuocata, sovraesposta di un diaframma. Questo personale modo di fotografare è stato definito come "impressionistico" e "simil-acquarello". Il sistema tradizionale è piuttosto complesso, richiede l'uso di un cavalletto e, dopo lo scatto e lo sviluppo delle diapositive, il montaggio in sandwich e la duplicazione.

Con Photoshop possiamo ottenere questo bellissimo effetto e, in più, possiamo anche controllarlo e modificarlo fino a raggiungere il risultato desiderato.

NB Ricordate sempre che gli effetti cambiano con la risoluzione e l'ingrandimento finale della stampa, soprattutto se state lavorando per la tipografia.

Per saperne di più su Michael Orton: www.michaelorton.com

Per questo tutorial ho utilizzato una foto dei fondi scrivania di Mac OS9, chiamata Lily Pad, ridotta al 50% portando la risoluzione a 144 ppi.

1. Aprire la foto e salvarla come .psd, questo serve per poter mantenere i livelli.

2. Duplicare il livello "Sfondo" e chiamarlo "scolora".

3. Deselezionare la visualizzazione del livello "Sfondo", con il livello "scolora" attivo aprire il menu Immagine/Applica immagine/Scolora.

4. Duplicare il livello "scolora" e chiamarlo "sfoca".

5. Mantenere la visualizzazione del livello "scolora", con il livello "sfoca" attivo aprire il menu Filtro/Sfocatura/Controllo sfocatura.

6. Nella finestra Livelli impostare Moltiplica.

7. Aprire il menu File/Info file e inserire i dati applicati a Scolora e Controllo sfocatura (lavoro con InDesign e importo i file nativi di Photoshop, uso questo trucchetto per ricordarmi i parametri applicati alla lavorazione delle foto).

8. Ecco il file finito, per la distribuzione potete salvare una copia come .jpg.

1 commento:

Alessandro ha detto...

mmmmh, interessante, grazie!
Il sito "www.michaelorton.com" non esiste più, ma si trovano informazioni comunque.
Sei stato linkato su 43rumors...

Alessandro